L’ombra del racket a Civitavecchia. Fiamme a “Ceramiche nel Mondo”

Sabato notte appiccate le fiamme ad uno dei capannoni dell’azienda di Sergio Lo Monaco, in zona industriale. Indagano i Carabinieri. Le fiamme potrebbero essere state appiccate per avvertimento, l’ombra del racket sullo sfondo della vicenda

CIVITAVECCHIA – Rogo doloso a Ceramiche nel Mondo. Sabato sera, poco dopo le 22, ignoti hanno appiccato il fuoco al capannone utilizzato dall’azienda dell’imprenditore Sergio Lo Monaco come deposito di legno ed altri materiali. I vigili del fuoco, arrivati con 5 mezzi, insieme ai Carabineri che stanno indagando sull’accaduto, hanno potuto subito appurare che l’incendio è partito da almeno quattro diversi punti. Per spegnere le fiamme è stata necessaria tutta la notte. Sul posto è immediatamente arrivato anche il proprietario Lo Monaco, atterrito per quanto accaduto, che ha il chiaro sapore dell’avvertimento: gli altri capannoni e gli uffici di fronte non sono stati “attaccati”, mentre gli ignoti si sono concentrati sul deposito che conteneva il legno, probabilmente per causare un incendio sicuramente più “spettacolare” ma con danni ingenti sì, ma meno di quanto lo sarebbero stati se il fuoco avesse lambito altre parti dell’azienda.

I militari dell’arma non escludono alcuna pista, ma l’ombra del racket si staglia netta sullo sfondo di un fatto così inquietante.
(Tratto da Civonline)

Archivi