I metodi nazifascisti non possono essere accettati in un Paese civile e democratico. Provvedano le forze dell’ordine locali a ripristinare un clima di vivibilità civile e democratica

Riceviamo e pubblichiamo:

“Questo pomeriggio la sezione di Acilia Pio La Torre di Rifondazione Comunista e’ stata vittima di una provocazione da parte di quattro persone qualificatesi come appartenenti a Casa Pound del Municipio XIII
Comunicato dei Giovani Comunisti Roma

COMUNICATO STAMPA
Questo pomeriggio la sezione di Acilia ‘Pio La Torre’ di Rifondazione Comunista è stata vittima di una provocazione da parte di quattro persone qualificatesi come appartenenti a Casa Pound del Municipio XIII. Un iscritto è stato accerchiato all’ingresso della sezione e gli è stato detto minacciosamente che chiunque fosse stato trovato a coprire i loro manifesti, sarebbe stato picchiato “coi bastoni”. Nonostante il tono della minaccia, gli è stato risposto che non ci faremo intimorire e che non accetteremo queste inutili provocazioni. Questi episodi rafforzano in tutti noi l’impegno per una piena attuazione dei principi costituzionali, a partire dall’antifascismo e dalla giustizia sociale. Chiediamo inoltre che sia garantita l’agibilità politica di un partito che si è sempre opposto alle ingiustizie e alle prevaricazioni contro chiunque.
Invitiamo alla mobilitazione e alla vigilanza contro simili comportamenti e sollecitiamo una chiara presa di posizione di tutte le forze politiche e istituzionali.

Acilia, 25/05/09
PRC Roma
Giovani Comunisti Roma”

Archivi