Caso Annozero. “Elabora una strategia e aprite il fuoco”, Berlusconi a Innocenzi. Certe pressioni neanche nello Zimbawe?

Berlusconi indagato per concussione (la pena va dai 4 ai 12 anni) e “violenza o minaccia ad un corpo politico, amministrativo o giudiziario” ai danni del garante per le comunicazioni (la pena va da 1 a 7 anni). Insieme a Innocenzi (commissario dell’Authority per le Telecomunicazioni, Agcom) per favoreggiamento e a Minzolini (direttore Rai1) per aver violato l’obbligo di riservatezza sulla questione carte di credito American Express.

Ecco alcuni stralci delle intercettazioni contro Annozero di Santoro:

<<Elabora una strategia e aprite il fuoco>>, Berlusconi a Innocenzi su Santoro e Annozero.

<<La stai guardando la trasmissione? E’ oscena, chiudere tutto>> sempre il premier a Innocenzi.

<<Mi creda, se lei avesse un minimo di dignità si dovrebbe dimettere>>, dice il premier a Innocenzi dato che non riesce a togliere Santoro dal palinsesto. E Berlusconi gli ricorda anche che è stato lui <<a metterlo in quel posto>>

Ma quindi è vero, come ha detto lo stesso Masi, direttore generale rai, che:  “certe pressioni non si ascoltano neanche nello Zimbabwe“?

Il 17 marzo, La Repubblica ha pubblicato le intercettazioni tra Innocenzi e Gianni Letta, new entry nello scandalo Trani, ecco uno stralcio, si parla guarda caso della puntata Annozero sul processo Mills:

<<Innocenzi: “Gianni, scusa sono Giancarlo”.
Letta: “Si, eccomi”.
Innocenzi: “Allora io ti risparmio, quando con calma ti racconto tutto… Insomma, per essere più veloce tutte le documentazioni, quali carte ho dato agli uni e agli altri, sanno tutto quelli della Vigilanza, sa tutto… Masi, sa tutto l’Autorità, ho fatto fare da un gruppo di due amici magistrati tutta l’analisi, anche perché siano gli strumenti per quella storia di questa sera di Mills. Secondo le valutazioni di questi due amici magistrati, lui stasera non potrebbe parlare di Mills essendoci il processo in corso”. Letta risponde con una parola incomprensibile.
Innocenzi: “Ho dato queste carte a Mauro (presumibilmente Masi-ndr). Mauro vuole la pezza forte, ci vorrebbe che sostanzialmente Calabrò (presidente dell’Agcom-ndr) gli dicesse (a Santoro-ndr): “Tu non puoi fare la trasmissione questa sera parlando di Mills“. Io non so più a che aggrapparmi, tutto quello che potevo fare l’ho fatto. Adesso Mauro mi chiama e mi dice: “Se Calabrò dice ‘guarda che tu la trasmissione su Mills non puoi farla’, io vado con questa e non gliela faccio fare… tu (Gianni Letta ndr) sei l’ultima spiaggia…”>> (qui per leggere tutte le intercettazioni di La Repubblica)

E leggo anche, sconcertante, su Ruffini ex direttore Rai3 (della serie siamo riusciti anzhe a):
ABBIAMO CACCIATO ANCHE RUFFINI

Qui Marco Travaglio nell’editoriale del 15 marzo sulle intercettazioni e inchiesta della procura di Trani, spiega in breve l’inchiesta e gli organi e i soggetti che dovrebbero vigilare sulle telecomunicazioni E quali le puntate di Annozero che hanno allarmato il premier

Annozero, dato che il cda Rai non ha fatto marcia indietro sullo stop dei talk show, comunque andrà in onda sul web il 25 marzo 2010, tre giorni prima delle elezioni regionalie ci saranno delle belle…

Qualche italiano subirà gli effetti di Santoro e Travaglio? Andrà a votare spinto dalla trasmissione che rappresenta un tv inaccettabile?

Ma su quale sito la trasmettono? E di cosa parlerà? Oltre delle intercettazioni di Trani? Del cavillo legislativo per Polverini e Formigoni? Del ddl intercettazioni o di che altro?

(Tratto da Virgilio Genio)

Archivi