Abbiamo ricevuto dal Sig.Luigi Gallo,la nota che sotto riportiamo ,pubblicandola come richiestoci e senza entrare nel merito della vicenda: ”Egregio dottore buongiorno vi invio una lettera dei miei avvocati che hanno inviata all’Anas e altri Enti. Vi chiedo gentilmente di pubblicarla sul sito della Associazione.Cordiali saluti Luigi Gallo”

Esaudita doverosamente  tale richiesta ,é d’obbligo per noi qualche considerazione.La  vicenda  esposta non assume i caratteri di una vertenza  che potrebbe  risultare all’apparenza  poco rilevante  e ,comunque non degna di attenzione pubblica,in quanto essa  si aggancia  ad un caso  per il quale anche l’Associazione Caponnetto ha riscontrato gli elementi per una sua costituzione come parte civile in un processo in corso presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e che vede coinvolti personaggi  molto noti,anche in campo politico.Le osservazioni fatte  nella nota ,che ci é stato richiesto di rendere pubblica, dagli Avv.Delio Iorio e Francesco Parente- professionisti che noi abbiamo avuto il piacere  e l’onore di conoscere personalmente per la loro squisitezza ed la loro bravura,il giorno che siamo andati a costituirci  a Santa Maria Capua Vetere tramite l’Avv.Gerardo Tommasone,nel processo  Gallo c/o  Cosentino + altri- diretta  all’ANAS ed anche all’Autorità Giudiziaria e di Polizia ,sono  condivisibili  in quanto  disegnano un quadro di  disparità di trattamenti fra vari soggetti.Non vogliamo andare oltre in quanto il giudizio finale spetta ai giudici e non a noi,certi che essi vorranno ristabilire,con adeguati ed efficaci  provvedimenti oltre che giudizi,quella legalità della quale tutti parlano ma che pochi mostrano di voler praticare.

 

 

Archivi