Sono anni che l’Associazione Caponnetto denuncia le carenze e le omissioni degli organismi locali dello Stato nel Basso Lazio,terra di confine con la Campania ,diventato, perciò,territorio di tutti i clan e ndrine.I ministri competenti ai quali é stata fatta presente la serietà della situazione non intervengono e nemmeno rispondono alle numerose interrogazioni parlamentari.Cosa c’é alla fonte di tale loro disinteresse?????????? Un nuovo “patto” mafia-stato alla stregua di quello di cui si sta discutendo a Palermo? Questo é il nodo che bisogna sciogliere:la risposta a tale domanda.

Ti potrebbe anche interessare...