Roberti: «Beni confiscati e non assegnati? Venduti o concessi ai senzatetto».CONDIVIDIAMO,PROCURATORE,LA SUA PROPOSTA DI ASSEGNARE I BENI,LADDOVE SI TRATTI DI APPARTAMENTI, A SENZATETTO , FAMIGLIE DISAGIATE E DI APPARTENENTI ALLE FORZE DELL’ORDINE.SE SI TRATTA DI VILLE DI GROSSE DIMENSIONI RITENIAMO CHE DEBBANO ESSERE AFFIDATE A PRESIDI DI POLIZIA,SCUOLE O PRESIDI DELLA SANITA’ PUBBLICA ( RIPETIAMO,PUBBLICA,NON PRIVATA ).MAI ALLE ASSOCIAZIONI,SOPRATTUTTO A QUELLE COSIDDETTE ANTIMAFIA PERCHE’ QUESTE DEBBONO FARE ALTRE COSE E NON GESTIRE BENI.I TERRENI ED AZIENDE ,INVECE,VANNO ASSEGNATI A COOPERATIVE DI TESTIMONI DI GIUSTIZIA E DI DISOCCUPATI,STANDO PERO’ ATTENTI CHE QUESTI ULTIMI SIANO VERAMENTE TALI E NON LEGATI AI MAFIOSI,A PARTITI POLITICI O A QUANTI ALTRI CHE POTREBBERO UTILIZZARE IL BENE ASSEGNATO PER ALTRI SCOPI. ASS.CAPONNETTO

Ti potrebbe anche interessare...