Pensioni di invalidità concesse a persone sospettate di appartenere al clan, una Pro Loco di un comune pontino che eroga un contributo ad altri soggetti sospetti, una ditta casalese che viene invitata ad un subappalto con un fax partito da un altro comune ancora. In provincia di Latina, grazie ad una “nuova” Procura che vede sente ed agisce e ad una Polizia di Stato che si sta veramente distinguendo nel fare appieno il suo dovere, sta saltando finalmente il tappo e stanno venendo fuori i miasmi tenuti finora ermeticamente compressi e chiusi

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.