Noi ringraziamo i responsabili del sud pontino del M5S per aver fatto riferimento alla proposta dell’Associazione Caponnetto in ordine all’istituzione degli Osservatori comunali contro la criminalità.Ci corre l’obbligo,però,di avvertirli che da parte della maggior parte delle amministrazioni comunali e dei loro referenti politici c’é in atto una campagna che tende,pur dichiarandosi…………”favorevoli”,a depotenziarli svilendoli e privandoli dei poteri che noi abbiamo ipotizzato.Infatti,come già é capitato a Formia,noi abbiamo posto come conditio sine qua non per la loro istituzione l’inserimento in essi sia dei magistrati della Procura ordinaria che di quella distrettuale antimafia ,oltre ai rappresentanti provinciali delle forze dell’ordine (Questore e Comandanti provinciali della Guardia di Finanza,dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato). Senza la presenza di questi l’Osservatorio perde la sua validità in quanto vengono a mancare in esso coloro che rappresentano,insieme al Prefetto,i responsabili deila sicurezza e della lotta da parte dello Stato alle mafie,coloro,cioè con i quali é necessario avviare un duro e franco confronto sulle deficienze e sulle omissioni istituzionali. Costoro,sottraendosi al confronto,fanno oggettivamente venir meno le finalità dell’Osservatorio che si riduce così ad uno strumento al servizio dell’amministrazione comunale e di chi la controlla. In tal caso é meglio non istituirlo.

Ti potrebbe anche interessare...