Manganelli: “Colpiamo i forzieri delle mafie”. D’accordo, ma passiamo dai proclami ai fatti e questo non avviene dapperttutto e sempre. A Latina, ad esempio, tolta l’azione della Questura, c’è l’inerzia su questo piano da parte della Guardia di Finanza e dei Carabinieri che si limitano a colpire solo l’ala militare delle mafie, non tenendo conto del fatto che i mafiosi più pericolosi sono fra i professionisti, fra gli imprenditori, fra i politici e nelle stesse istituzioni.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.