La lettera commovente di un Testimone di Giustizia che ha dovuto lasciare, per i rigori della sicurezza, il proprio papà appena operato in ospedale. Quello dei Testimoni di Giustizia è un mondo di solitudine, di abbandoni, di paure, di privazioni, di rinunce, di dolore, di emozioni forti. Questi uomini e queste donne meriterebbero la gratitudine di tutte le persone oneste e di uno Stato, di questo Stato, che spesso si dimostra ingrato e patrigno nei loro confronti. Quanta amarezza!!!

Ti potrebbe anche interessare...