Il DOCUMENTO contenente le proposte dell’Associazione Caponnetto per contrastare le infiltrazioni mafiose negli Enti Locali e nella Pubblica Amministrazione, già trasmesso circa 1 anno fa a TUTTI i Sindaci del Lazio e del Molise e rimasto purtroppo ad oggi senza alcun riscontro, sta ricevendo le prime condivisioni, fra le quali questa che pubblichiamo. Va rilevato, però, che si tratta di Associazioni e non di Amministrazioni Comunali che continuano, tutte- di destra come di centro e di sinistra- ad essere… sorde, cieche e mute, come se il fenomeno “mafie”, che è diventato il primo problema economico e sociale del Paese, non interessasse alla classe politica. L’Associazione Caponnetto, come il Prof. Mattia sa, ha già organizzato, tramite il suo Responsabile per la provincia di Frosinone Dr. Arturo Gnesi Sindaco di Pastena, un convegno nel Salone dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone per illustrare ai Sindaci ed alla società civile ciociara i contenuti del DOCUMENTO. I Sindaci e gli amministratori pubblici che parteciparono furono pochissimi, come pure i rappresentanti della società civile. Il DOCUMENTO è stato pubblicizzato abbastanza e tutte le Amministrazioni comunali dovrebbero essere ancora in possesso. Comunque altre copie possono essere o richieste al Dr. Gnesi o fotocopiate sul sito e sulla pagina Fb dell’Associazione Caponnetto www. comitato-antimafia-lt. org Quanto alla richiesta di incontro formulataci dal Prof. Mattia noi siamo pronti appena dopo il Convegno che abbiamo in programma per il 13 luglio p. v. a Terracina

Ti potrebbe anche interessare...