I “padroncini” pontini che, secondo Schiavone, sarebbero gli autori di trasporti di sostanze tossiche, oltre che per imprenditori locali, avrebbero lavorato anche nel Porto di Gaeta? Li stanno interrogando gli investigatori istituzionali?

Ti potrebbe anche interessare...