Già a febbraio del 2014 l’Associazione Caponnetto ,con una nota che sotto riportiamo , per coloro che l’abbiano dimenticata, e diretta al Capo della Polizia ed ai Ministri dell’Interno e della Giustizia sollevò il problema della necessità di ristrutturare e potenziare le strutture investigative nel sud pontino.A distanza di oltre due anni il Questore di Latina ha riproposto lo stesso problema ed ha dichiarato di aver proposto al Dipartimento l’istituzione di una sezione distaccata della Squadra Mobile a Formia.Il Capo della Polizia rispose all’Associazione Caponnetto che avrebbe sottoposto la richiesta della Caponnetto agli organi competenti ma da allora non ha fatto seguito alcun provvedimento al riguardo. Speriamo che oggi,tenendo anche conto di quanto é emerso dalle audizioni della Commissione Parlamentare Antimafia e,soprattutto dalle varie interrogazioni parlamentari presentate e dell’aggravarsi della situazione,si muova qualcosa.L’Associazione Caponnetto comunque é determinata ad andare avanti fino a quando lo Stato non si decida a correre ai ripari con decisioni serie.

Ti potrebbe anche interessare...