Gaeta,la città dei misteri dove nessuno vede,nessuno sente e nessuno parla.Eppure tutta l’economia non é più nelle mani dei locali ma di gente che parla altri dialetti,del sud,a Gaeta ci sarebbero stati,secondo giornali campani e pentiti,”incontri” tra uomini delle istituzioni ed elementi della camorra,a Gaeta é stato confiscato il più alto numero di beni in provincia di Latina della camorra e dal Porto di Gaeta sarebbe partito tutto questo inferno.Non c’é un cittadino,un partito,eccetto i ragazzi del M5S e di Rifondazione Comunista,un esponente politico che pronuncino la parola “mafia”. Una situazione che fa insospettire tantissimo!!!!!

Ti potrebbe anche interessare...