.Da Roberto Galullo su Il Sole 24 Ore :” Sorpresa – semmai – c’è per il fatto che dopo almeno 40 anni di dominio mafioso a Roma (da Cosa nostra negli anni ’70 alla ‘ndrangheta di inizio anni ’90, tutte comunque a fare i conti con i reduci dell’ex Banda della Magliana (visto che erano e sono loro a detenere le leve degli ingranaggi politici di destra, sinistra, centro, sopra e sotto) i livelli attaccati sono sempre stati quelli bassi se non infimi e la cupola vera (quella miscela esplosiva fatta di mafie, servitori infedeli dello Stato, massoneria deviata, politici allevati a santini e vangelo e professionisti al soldo) l’abbia finora sempre fatta franca mettendo nel sacco non solo i cittadini romani ma l’Italia intera..A Roma come a Latina,Milano,Firenze,Pistoia e Roccacannuccia .Un esempio? Il “caso Fondi” conosciuto in tutta Italia dove tutta la mafia é stata individuata e circoscritta a qualche nome nomi di soggetti stranoti alla Giustizia da decenni e peraltro appartenenti all’ultimo gradino della scala sociale quando anche un bambino di 8 anni sa che la mafia é “altra” ed “alta”……………..

Ti potrebbe anche interessare...