Accorpamento dei Tribunali. Il sindaco di Cassino sulle barricate per difendere quello di Cassino. Condividiamo le preoccupazioni del Sindaco di Cassino per le decisioni scellerate di questo governo in materia di giustizia e siamo pronti anche noi a batterci, insieme a chi ci sta, a difesa di quel presidio di legalità al confine con la Campania. Sopprimere Tribunale e Procura di Cassino ed accorparli a quelli di Frosinone rappresenterebbe un grosso regalo alla camorra: Quello che, però, ci sembra di cogliere nelle dichiarazioni del neo Sindaco -e se vero, ce ne dispiace seriamente perché rivelerebbe ila permanenza anche nella mentalità delle cosiddette nuove leve delle classi dirigenti partitocratiche di residui di concezioni da… “ghi pensi mi “- è una certa tendenza al disconoscimento del ruolo importante -e decisivo spesso -dell’associazionismo nella difesa della legalità e della giustizia. Noi -ed anche altre nostre consorelle che svolgono attività sul territorio-ci siamo trovati sempre soli nel denunciare l’invasione mafiosa del Basso Lazio, con la maggioranza dei partiti e della classe dirigente politica o disattenta e latitante o addirittura contraria. Ed allora il Sindaco di Cassino-che, peraltro, abbiamo invitato telefonicamente e per iscritto a partecipare al recente convegno antimafia cuii hanno partecipato magistrati della DDA ed esponenti delle forze dell’ordine che la nostra Associazione ha promosso a Pastena e non è venuto- non disconosca più il ruolo delle Associazioni antimafia. Anzi, al contrario, ne valorizzi il ruolo e le coinvolga, se vuole ottenere i risultati che si propone

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento