Scandaloso ! !!!! I Testimoni di Giustizia non vengono nemmeno ricevuti ! Protesta dell’Associazione Caponnetto

 

 

 

 

 

 

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie 

“Antonino Caponnetto”

“Altro” ed “Alto”

www.comitato-antimafia-lt.org                                 info@comitato-antimafia-lt.org

                                                                                   ass.caponnetto@pec.it

 

                                                                                    Tel. 3470515527

 

                                                              Roma,14.1.2017

 

                                                    All’On.Ministro dell’Interno

                                                                   ROMA 

                                                    Al Sig.Procuratore Nazionale Antimafia 

                                                                   ROMA

                                                    Alla Direzione Distrettuale Antimafia

                                                                  CATANZARO

 

 

On.Ministro,Signori Procuratori,

 

 i  Testimoni di Giustizia  coniugi  Giuseppe Grasso e Francesca Franzé  ci hanno tenuto ieri costantemente  al corrente  dell’andamento dei contatti da essi  tentati  con  funzionari della Segreteria del V.Ministro dell’Interno  al fine di reiterare  le  ripetute lamentele  fatte dai loro legali in relazione al trattamento che  essi  starebbero ricevendo dal  Servizio Centrale  Protezione e dalla Commissione Centrale .

In particolare  la Signora Franzè lamenta  di non aver trovato finora  ascolto  in ordine alle  sue continue richieste di  fruire  della necessaria assistenza  per  un ricovero urgente che le  autorità sanitarie le hanno suggerito stanti le sue precarie condizioni fisiche che già l’hanno obbligata a sottoporsi ad urgenti e delicati interventi.

Da quanto riferitoci,i sigg.Grasso-Franzé ,recatisi   presso il Ministero dell’Interno,non sarebbero stati nemmeno ricevuti in quanto,a detta  del personale di  vigilanza del Ministero messosi in contatto telefonicamente con gli Uffici Competenti,si sarebbero dovuti rivolgere al Servizio Centrale Protezione,Servizio che già si é pronunciato,però,sostenendo di  “non avere i soldi” e di non essere,quindi,in grado di far fronte alle richieste della  Testimone di Giustizia. .

Giova  ricordare che  i  Sigg.Grasso-Franzé,originari della Calabria,hanno denunciato  persone appartenenti ad una delle ndrine più potenti ed anche quando  sono chiamati a deporre nei processi non godono di alcuna protezione e servizio di scorta.

Un comportamento,questo – adottato  con altri Testimoni,quale Il Sig.Salvatore Barbagallo,anchì’egli  denunciante delle stesse persone -  che lascia sconcertati  in quanto   solleva molti dubbi circa la reale volontà di  assicurare un minimo di protezione  in favore di  chi si é schierato dalla parte della Giustizia e dello Stato di diritto.

La  scrivente Associazione nel formulare  le sue più vive rimostranze  per quanto sopraesposto,chiede  che venga fatta luce  sulle ragioni  di tali ingiustificabili comportamenti  e che si adottino  i necessari provvedimenti perché  tali  incresciosi  fatti non abbiano più a ripetersi.

Distinti saluti 

                                                            IL SEGRETARIO

                                                       Dr.Elvio Di Cesare 

Articoli recenti
Archivi