Il problema dei problemi: la lotta alle mafie è tutto politico

Ha ragione Scarpinato. E non a caso abbiamo ritenuto di riportare sul frontespizio del nostro sito alcune frasi da lui pronunciate e pubblicate ne “ Il ritorno del Principe”.

Le mafie si sono infiltrate nelle istituzioni.

Alcuni organi di stampa hanno dato la notizia di talune dichiarazioni del figlio di Ciancimino che accusa alcuni noti parlamentari di aver ricevuto soldi dal padre.

E’ l’ennesimo caso e non sarà l’ultimo.

Le ricadute sul tessuto economico, politico, culturale, morale del Paese sono inimmaginabili..

Quando una parte della classe politica, infatti, è collusa con le mafie, le conseguenze sono devastanti.

E’ parte dell’apparato dello Stato che ne risente.

E’ inutile, allora, andare a parlare di cultura della legalità nelle scuole se, poi, uomini delle istituzioni sono i primi a mettersi sotto i piedi le leggi dello Stato.

L’esempio che essi danno alle giovani generazioni ed a tutto il Paese è veramente devastante.

Quando, inoltre, un ministro della Repubblica italiana arriva ad affermare che “con la mafia bisogna convivere”, la misura è colma.

Stiamo combattendo da anni per convincere la gente di una verità lapalissiana, denunciata, peraltro, dalla magistratura e dalle forze dell’ordine: il territorio del Lazio è fortemente infiltrato dalle mafie. Una verità che viene negata da una parte del mondo politico nostrano. Che significa? Che questa parte è COLLUSA con la mafia. Sì, COLLUSA!!!

In questo periodo stiamo approfondendo l’analisi della situazione esistente nel nord del Lazio, nell’area Civitavecchia-Santa Marinella-Tolfa-Tarquinia-Tuscania ecc. , e stiamo raccogliendo notizie inquietanti. Non parliamo, poi, del Basso Lazio.

Le responsabilità non hanno colore politico, spesso sono trasversali agli schieramenti.

E’ chiaro, poi, che manchi la volontà di contrastare seriamente l’occupazione delle mafie.
E’ chiaro, ancora, che le strategie di contrasto sono inadeguate.

E’ chiaro che si ha tutto l’interesse di promuovere una campagna di disinformazione che punti a far identificare i mafiosi solamente con i delinquenti e le persone più rozze. Ma sono solamente questi i veri mafiosi???

Articoli recenti
Archivi