Riteniamo utile pubblicare la bozza del resoconto stenografico relativo all’audizione del Direttore della DIA nella seduta della Commissione Parlamentare Antimafia del 6.12.2011. Richiamiamo l’attenzione dei lettori sull’intervento dell’on. Veltroni laddove chiede l’istituzione di una Sezione staccata della DIA a Latina e sulla risposta del Direttore della DIA. Speriamo che tale risposta metta fine a tutte le stramberie lette sui giornali da parte di esponenti politici disinformati ed impreparati. Se queste persone vogliono seriamente cominciare ad interessarsi del tema mafie nel Lazio, si concentrino su richieste razionali e accoglibili. Comincino, ad esempio, ad interessarsi del problema della “qualità delle indagini” da parte di taluni presidi di polizia e dell’inadeguatezza dell’azione svolta finora da parte di taluni corpi (la Guardia di Finanza di Latina, ad es. ), della lentezza di talune Procure, della mancanza di coordinamento delle indagini sia da parte delle forze di polizia che delle Procure circondariali con la DDA. Poi, piu’ che di istituzioni di sezioni distaccate, perché non si chiede il rafforzamento delle sezioni provinciali delle Squadre Mobili, del ROS, del GICO? RAFFORZAMENTO con l’assegnazione ai presidi di personale specializzato, non… “istituzione” di realtà nuove che, considerata la situazione economica del Paese ed i tagli vergognosi alle forze dell’ordine fatti dal governo Berlusconi, non è al momento assolutamente possibile. Quando si parla di mafie e non di bruscoli, bisogna essere informati e seri!

Leggi il documento

Archivi